Come immatricolare la tua auto in Spagna

Come si fa a rendere ufficiale il tuo veicolo straniero in Spagna?
Come si fa a rendere ufficiale il tuo veicolo straniero in Spagna?
6 aprile 2018, Redazione

Se ti trasferisci in Spagna e diventi residente spagnolo, dovrai registrare il tuo veicolo in quel paese. Da quel momento in poi, hai sei mesi di tempo per registrare la tua auto. La procedura cambia solo se si tratta di una macchina nuova o usata acquistata da un rivenditore di auto spagnolo oppure importata dall'estero.

Immatricolare un veicolo importato dall'estero

Quando porti un'auto o una motocicletta fuori dalla Spagna, devi registrarla entro sei mesi andando all'ufficio di Tráfico e presentando i seguenti documenti:

  • Tutti i documenti originali relativi al veicolo
  • Un certificato di conformità ai regolamenti UE, rilasciato dal servizio di ispezione tecnica dei veicoli (Inspección Técnica de Vehículos o ITV)
  • Il contratto di acquisto con una traduzione certificata e una prova del pagamento dell'imposta sul trasferimento di proprietà (Impuesto de Transmisiones Patrimoniales o ITP), solo se il veicolo è stato acquistato da un privato.
  • Una fattura con il numero di partita IVA chiaramente indicato e la prova del pagamento dell'IVA tramite il modelo 309 o 300 dell'Agenzia delle entrate dello Stato (Agencia Estatal Tributaria), solo se il veicolo è stato acquistato da un rivenditore di auto in un altro paese dell'UE.

Immatricolare un veicolo spagnolo

Quando si acquista un'automobile nuova, tra le spese compare la dicitura "spese di immatricolazione". Queste non sono altro che la gestione dell’immatricolazione. Con questi soldi stiamo pagando il venditore per incaricarsi dell’immatricolazione della nostra auto.
È possibile pagare fino a 500 euro per questa procedura, ma il processo per ottenere la targa della nostra auto è relativamente semplice e può essere fatto nel giro di poche ore.
Ecco cinque semplici passi da seguire:

  1. Chiedi al venditore il triptico (il nostro libretto di circolazione): è come la carta d'identità della tua auto e contiene i dati più importanti, tra cui la cifra delle emissioni di CO2, che viene utilizzata per calcolare il valore della tassa di immatricolazione che andrai a pagare.
  2. Paga il modello 576. Con questo documento prima viene calcolato quello che si deve pagare, in seguito la banca ti fornirà un codice NRC (Número Referencia Completo). Il codice è necessario per presentare il modulo 576; il modo più veloce per inviare questo documento è in via telematica attraverso la pagina web di Hacienda (come la nostra Agenzia delle Entrate)).
  3. Paga l'Impuesto de Circulación. La tassa di circolazione del comune in cui stai per registrare l'auto. L'importo di tale imposta cambia a seconda del comune e del veicolo in questione.
  4. Presenta la documentazione presso gli uffici di Tráfico (la nostra Motorizzazione). Recati all’ufficio provinciale del Traffico con il triptico e NIE, passaporto o il permesso di soggiorno. Qui ti rilasceranno il numero di matricola e la documentazione definitiva. Tra questi documenti ci sarà anche il permesso di circolazione (94 euro).
  5. Metti la targa. Con la suddetta documentazione, rivolgiti a un rivenditore di ricambi o un meccanico per mettere e fissare la targa sulla tua auto. Il costo di questo servizio può variare tra i 6 e i 50 euro. Ci siamo! Adesso hai fatto tutto e puoi finalmente guidare la tua auto.
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista