Sono terminate le moratorie sui mutui per il COVID-19 in Spagna

Quali sono le prospettive per i proprietari di case in Spagna che sono stati colpiti dalla pandemia?

Mutui spagnoli durante la crisi del coronavirus
Mutui spagnoli durante la crisi del coronavirus / Gtres
8 aprile 2021, Redazione

Una delle misure introdotte dal governo spagnolo durante la pandemia di coronavirus è stata la moratoria dei mutui per i proprietari di case il cui reddito è stato direttamente influenzato dalla pandemia. Dopo essere state prorogate in diverse occasioni, le moratorie sui mutui per il COVID-19 in Spagna sono terminate, il che significa che non saranno accettate nuove domande. A partire dal 30 marzo 2021, le persone colpite finanziariamente dalla crisi del coronavirus non potranno più richiedere alla banca il differimento dei pagamenti del mutuo o del prestito.

Secondo gli ultimi dati del Banco de España, fino a fine febbraio erano state concesse 222.256 moratorie legislative (quelle promosse dal governo), su 265.061 domande totali presentate, che si sommano a un saldo in attesa di rimborso di quasi 20 miliardi di euro.

Tieni presente che se stai attualmente usufruendo di una moratoria ipotecaria, i tuoi pagamenti saranno coperti fino alla fine del periodo concordato. Tuttavia, se la tua moratoria ipotecaria è stata approvata durante il primo stato di allarme, allora vuol dire che sta per scadere. Chiunque si trovi in questa situazione dovrà quindi recuperare il consueto pagamento a rate del mutuo.

Sia la prima che la seconda moratoria approvate dal governo spagnolo prevedevano un periodo massimo di richiesta di 9 mesi, che poteva essere prorogato di ulteriori 3 mesi se il beneficiario fosse riuscito ad applicare anche la moratoria ipotecaria settoriale (ovvero quella lanciata dal banche di propria iniziativa e formalmente conclusa lo scorso settembre). In altre parole, ai beneficiari sono stati concessi tra 9 e 12 mesi per differire i pagamenti.

Ma cosa succede se una volta trascorso questo periodo, il titolare di un mutuo ha ancora problemi finanziari che gli impediscono di effettuare regolarmente i pagamenti? Secondo l'OCU (un'organizzazione di consumatori spagnola), ci sono diverse opzioni:

  • Negoziare con la banca una riduzione della rata mensile del mutuo in cambio di un allungamento della durata del mutuo. A lungo termine, questa opzione comporterà il pagamento di più interessi, sebbene a breve termine possa essere una soluzione per molti dipendenti e lavoratori autonomi.
  • Chiedere alla banca un periodo di grazia, durante il quale vengono pagati gli interessi, ma il capitale non viene rimborsato. Secondo l'OCU, le banche sembrano ora aperte a considerare opzioni che facilitino il pagamento, contrariamente a quanto accaduto durante la crisi precedente.
  • Nel caso più estremo (il mutuatario ha un livello di indebitamento molto elevato e non vi sono prospettive di miglioramento della sua situazione economica), l'OCU consiglia di considerare la vendita dell'immobile, soprattutto se l'importo ottenibile è maggiore del debito residuo. L'Ocu ritiene che, vista l'incertezza esistente, "il denaro che si può ottenere ora dalla vendita sarà probabilmente maggiore di quello che si otterrà tra pochi mesi".
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista