La Spagna rurale perde meno posti di lavoro a causa del COVID-19 rispetto alle grandi città

Foto di Javier Rincón su Unsplash
Foto di Javier Rincón su Unsplash
23 settembre 2020, Redazione

Se vivi in Spagna o stai pensando di trasferirti, la Spagna rurale potrebbe non essere la prima cosa che ti viene in mente come destinazione ideale. Tuttavia, le aree interne della Spagna, spesso conosciute come "la España Vaciada" (Spagna vuota), potrebbero essere il luogo perfetto per investire in proprietà, poiché sembrano aver resistito meglio alle conseguenze della crisi del coronavirus nel mercato del lavoro. In questo senso, la percentuale di aziende con i propri dipendenti in ERTE (cassa integrazione temporanea) è nettamente più positiva nelle province meno popolate della Spagna. Questo secondo i dati della Banca di Spagna raccolti da Voz Pópuli.

La realtà è che le zone rurali hanno perso meno occupazione, dato che le attività lavorative svolte in queste zone non dipendono tanto dal turismo e dall'industria alberghiera e della ristorazione, i due settori più colpiti dalla pandemia.

"Ad agosto, il calo dell'occupazione su base annua è stato più intenso in quelle province con un maggiore peso del commercio nei settori del turismo, dell'industria alberghiera e della ristorazione. Questi settori sono stati fortemente colpiti dalle limitazioni alla mobilità durante il periodo di lockdown e i loro livelli di attività non si sono ancora potuti recuperare come hanno fatto invece altri rami produttivi ", afferma la Banca di Spagna nel suo ultimo rapporto.

Per provincia spiccano Albacete, che ha perso solo il 3,2% dei posti di lavoro rispetto allo scorso agosto, e Cuenca, che ha registrato un calo del 3,5%. D'altra parte, le Isole Baleari e Canarie hanno registrato diminuzioni in questo settore del 24,4%, con cali del 18% e del 15,8% rispettivamente a Las Palmas e Santa Cruz de Tenerife.

"Si può osservare che nelle province costiere del Mediterraneo, a Madrid e soprattutto nelle Isole Baleari e Canarie, è proseguita ad agosto la contrazione dell'occupazione in termini interannuali, ben al di sopra di quella osservata nelle province interne", si legge nel rapporto.

Per quanto riguarda i diversi settori, il settore alberghiero e della ristorazione è uno dei più colpiti. Questa attività mostra il 12% in meno di dipendenti ad agosto rispetto a un anno fa, mentre il 10% in meno di persone era impiegato nell'area del commercio e dei trasporti.

Articolo visto su: Las provincias de la 'España vaciada', las que menos empleos han perdido por la covid (Voz Pópuli)

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista