Il COVID-19 provoca un aumento dei furti con scasso nelle case sulle coste spagnole

Questo aumento delle rapine nelle case di vacanza sulla costa spagnola è stato segnalato dall'UNESPA, l'Associazione spagnola delle istituzioni di assicurazione e riassicurazione.

In alcuni luoghi in Spagna sono aumentati i furti con scasso durante la pandemia
In alcuni luoghi in Spagna sono aumentati i furti con scasso durante la pandemia / Pixabay
24 marzo 2021, Redazione

La pandemia di coronavirus ha cambiato molte cose in Spagna e, tra queste, i tassi di criminalità sulla coste spagnole. Lo dimostra il rapporto “Furti in case assicurate. Dati 2019-2020', recentemente predisposto da Estamos Seguros, l'iniziativa per promuovere la cultura assicurativa lanciata da UNESPA, l'Associazione Spagnola degli Istituti di Assicurazione e Riassicurazione. Questo studio analizza i furti con scasso perpetrati in case assicurate in Spagna tra il 1° agosto 2019 e il 31 luglio 2020. La sua conclusione è chiara: i ladri si sono spostati verso le spiagge a causa delle misure messe in atto dalle autorità sulla scia della crisi sanitaria, il che significa che il COVID- 19 ha causato un aumento dei furti con scasso nelle case sulle coste spagnole.

Tendenze dei furti in Spagna nel 2020

Secondo questo rapporto di Estamos Seguros, il lockdown primaverile del coronavirus nel 2020 e le restrizioni ai viaggi stabilite per contenere la pandemia hanno costretto i criminali a concentrare la loro attenzione sulle seconde case, solitamente situate sulla costa. Durante questo periodo, i ladri tendevano a ignorare gli immobili situati nei centri urbani poiché erano consapevoli che, trattandosi di residenze abituali, i loro proprietari si sarebbero quasi certamente trovati lì.

Lo studio analizza i dati forniti da 27 compagnie di assicurazione che proteggono 11,8 milioni di abitazioni situate in Spagna. Le informazioni che offre sono il risultato dell'analisi di 78.000 furti con scasso avvenuti negli immobili durante i 12 mesi tra l'estate del 2019 e quella del 2020.

Un'occhiata alla distribuzione degli incidenti in questo periodo mostra come i furti con scasso, che nel 2019 hanno seguito il consueto schema di ripresa durante le vacanze estive e natalizie, siano diminuiti drasticamente durante la primavera. Il motivo: il lockdown causa COVID-19, attivato il 14 marzo in Spagna lo scorso anno.

Distribuzione di furti con scasso in Spagna

La prova del cambiamento nel comportamento dei ladri è la distribuzione territoriale dei furti con scasso. Praticamente tutte le province in cui la probabilità di essere derubati è più alta si trovano sulla costa. Più precisamente, sulla costa mediterranea. Questo è il caso di Girona, Tarragona, Barcellona e Murcia per citarne qualcuna. Se qualche territorio interno compare tra i primi posti della classifica è perché si tratta province vicine a Madrid dove abbondano anche le seconde case (comprese Toledo e Guadalajara).

Particolarmente degna di nota è la diminuzione degli incidenti nella Comunità di Madrid. Nelle precedenti edizioni di questo rapporto, Madrid ha sempre mostrato un'alta probabilità di furti residenziali. Questo è cambiato radicalmente. La regione è stata significativamente al di sotto della media nazionale nei 12 mesi analizzati. Nei Paesi Baschi è accaduto qualcosa di simile, anche se in modo meno marcato, a causa dell'evoluzione di Guipúzcoa e Álava.

Nell'elenco dei comuni in cui è più facile subire un furto con scasso in una casa in Spagna nel 2021, c'è un'abbondanza di città situate sulla costa. In effetti, quasi tutte si trovano in Catalogna, sulla Costa Brava. Includono Girona, Sant Cugat del Vallès, Barcellona, Mataró, Reus, Badalona, Santa Coloma de Gramanet, Murcia, Rubí e Torrevieja. La spiaggia ha agito da calamita per i ladri nei pochi mesi in cui i proprietari di seconde case non potevano godersi le proprie vacanze causa lockdown. Non dobbiamo perdere di vista il fatto che questi ostacoli (chiusura delle frontiere, quarantene, ecc.) hanno colpito sia i proprietari di immobili nazionali, che quelli stranieri.

Risarcimento medio per furti con scasso in Spagna

Lo studio di Estamos Seguros rivela come, nel 2020, anche il costo dei furti possa essere peggiorato; in altre parole, i ladri sono stati in grado di rubare beni di valore maggiore o superiore. Secondo il rapporto, il risarcimento medio pagato da un assicuratore in Spagna a seguito di furto è stato di 1.333 euro nei 12 mesi analizzati. Gli incidenti più gravi si sono verificati nelle province di Barcellona, Girona, Pontevedra, Lérida e Navarra. In tutti questi casi si va da 1.600 a 1.700 euro.

Mentre un ladro che irrompe in un appartamento in una città cerca di agire rapidamente per evitare di essere scoperto dai vicini e prende oggetti di valore non molto ingombranti, i furti di case per vacanze e residenze isolate di solito comportano un risarcimento più elevato. In questi casi infatti, gli autori del reato hanno più tempo per operare senza timore di essere scoperti. Questa tendenza è evidente se si guarda al costo dei furti con scasso per comune.

La classifica del costo dei furti con scasso per comune è capitanata da Pozuelo de Alarcón (2.602 euro), un comune di Madrid noto per il suo reddito medio pro capite elevato e l'abbondanza di ville. Altre posizioni di rilievo sono occupate da Marbella (2.504 euro), celebre meta turistica di Malaga sulla Costa del Sol per il turismo con alto livello acquisitivo, da Alcobendas (2.333 euro), a Madrid, e Sant Cugat del Vallès (2.258 euro) a Barcellona. Gli ultimi due sono luoghi in cui, come Pozuelo, si trovano importanti complessi residenziali di alto livello.

All'altra estremità della classifica ci sono aree con un modesto profilo socio-economico e dove, in marcato contrasto urbanistico, vi è un'abbondanza di edifici e condomini. In altre parole, tantissimi vicini. Stiamo parlando di comuni come quelli di Cadice, Parla, Leganés, Alcorcón e Melilla. In tutte queste località il furto medio è inferiore ai 600 euro.

Altri incidenti durante la pandemia

Sebbene i furti domestici nelle residenze principali siano diminuiti a causa delle restrizioni di viaggio, la continua presenza di persone nelle loro case durante il lockdown ha portato a un aumento delle richieste di aiuto alle assicurazioni sulla casa, causa perdite, problemi elettrici, ecc. Nella prima metà del 2020, gli assicuratori hanno risolto 3,6 milioni di problemi nelle case in Spagna, il 5,59% in più rispetto ai primi 6 mesi dell'anno precedente.

Vale la pena notare che questa tendenza dei furti sulla costa deve tenere in conto anche un altro fenomeno: quello degli squatter, noti in Spagna come "okupas". In questo caso, il lockdown della popolazione causato dal COVID-19 ha portato ad un aumento di questa attività illegale nelle seconde case durante questo periodo (la stragrande maggioranza si trova ancora una volta sulla costa spagnola). Si tratta di una pratica che è stata rilevata lo scorso anno nei 2 mesi precedenti l'inizio dell'estate e che la situazione generata dal coronavirus ha peggiorato durante tutto il 2020, secondo fonti di polizia consultate da idealista / news.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista