Affittare la tua casa in Spagna: il certificato energetico è obbligatorio

Affitta la tua casa in Spagna
Affitta la tua casa in Spagna
12 luglio 2021, Redazione

Come posso affittare legalmente la mia casa in Spagna? Se possiedi una seconda casa in Spagna che affitti quando non la usi, abbiamo alcune informazioni importanti per te su come farlo legalmente quest'estate. A giugno 2021, in Spagna è entrata in vigore una nuova legge in materia di Attestati di Prestazione Energetica o APE (noto come "Certificado de Eficiencia Energética" o CEE in Spagna) degli edifici, cosa che si applica anche al mercato degli affitti turistici in Spagna. Diamo un'occhiata più da vicino all'affitto della tua casa in Spagna e al perché avere un certificato energetico è ora obbligatorio.

Gli affitti turistici devono avere un attestato di prestazione energetica

Questa nuova legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dello Stato (BOE) della Spagna, rendendo obbligatorio avere la certificazione energetica dell'immobile per poterlo affittare ai turisti. L'Istituto Nazionale di Statistica in Spagna (INE) calcola che attualmente ci sono circa 295.000 case vacanza in Spagna e, secondo fonti governative consultate da idealista/news, tutti i proprietari sono ora obbligati a promuovere la loro proprietà in affitto per le vacanze con l'attestato di prestazione energetica. Le comunità autonome in Spagna saranno incaricate di registrare i certificati, vigilare sul rispetto dei regolamenti e, se necessario, imporre le relative sanzioni pecuniarie. Questo vale anche per le case che vengono affittate a lungo termine o vendute.

Sanzioni per mancanza di attestato di prestazione energetica

Il regolamento istituisce un sistema sanzionatorio con multe da 300 a 6.000 euro, a seconda dell'infrazione commessa. Nello specifico, sono previsti 3 livelli di sanzione per il mancato possesso dell'attestato di prestazione energetica degli immobili: in caso di infrazioni minori, la sanzione è compresa tra 300 e 600 euro; in caso di infrazioni gravi la sanzione sarà compresa tra 601 e 1.000 euro; in caso invece di infrazioni molto gravi, la sanzione sarà compresa tra 1.001 e 6.000 euro.

Le sanzioni possono essere immediate, anche per le piattaforme pubblicitarie

Il regio decreto 390/2021, che annuncia questa nuova legge, non ammette nessun ritardo nell'attuazione delle nuove regole per gli attestati di prestazione energetica e le comunità autonome potrebbero già iniziare ad applicare sanzioni. Queste multe non si applicheranno solo ai proprietari, ma anche alle piattaforme specializzate nella promozione degli affitti per le vacanze.

L'articolo 17.3 stabilisce che "qualsiasi persona fisica o giuridica che pubblica o consente la pubblicazione di informazioni relative alla vendita o alla locazione di un immobile o di parte di esso, sia tramite agenzie immobiliari, affissioni, siti web, portali immobiliari, cataloghi, stampa o simili, ha l'obbligo di includere informazioni sulla classe di efficienza energetica dell'edificio, e a fornire il rispettivo certificato ufficiale”.

Le sanzioni possono essere imposte da funzionari del Ministero dell'Energia o dell'agenzia per l'energia specifica presente in alcune regioni autonome della Spagna, o in alternativa attraverso una denuncia di un cittadino (ad esempio, un inquilino o un turista che nota che il certificato energetico non è incluso nell'annuncio).

Tuttavia, il governo ha anche affermato che "l'obiettivo ultimo sia del governo che delle comunità autonome non è multare le persone. La priorità è avvertire, informare e sensibilizzare le persone sulle nuove normative al fine di promuovere il miglioramento degli edifici in termini di efficienza energetica”.

Un duro colpo per il settore degli affitti turistici in Spagna

Almudena Ucha, direttrice di Rentalia (piattaforma di affitti per le vacanze di idealista) spiega che "il requisito obbligatorio di avere un certificato energetico per gli immobili in affitto per le vacanze in Spagna è un duro colpo per il settore, che per il secondo anno consecutivo sta affrontando un'alta stagione molto limitata a causa della pandemia di COVID-19. Ciò è particolarmente vero perché una misura che causa un tale impatto dovrebbe almeno prevedere un periodo di tempo ragionevole per permettere ai proprietari di immobili di adattarsi a questa nuova esigenza, cosa che invece non è stata contemplata".

Come ottenere un attestato di prestazione energetica in Spagna

La prima cosa da ricordare su questi certificati energetici in Spagna è che si tratta di un documento che include l'efficienza energetica e la valutazione del consumo di un edificio o parte di un edificio (come un appartamento), nonché informazioni sulle procedure, una descrizione delle proprie caratteristiche energetiche e raccomandazioni per possibili miglioramenti.

La classe deve essere registrata presso un organismo ufficiale della corrispondente comunità autonoma per ottenere lo status di certificato. La certificazione energetica deve essere rilasciata da un tecnico competente liberamente scelto dal titolare e in possesso di qualsiasi titolo accademico e professionale per la redazione dei progetti, la direzione dei lavori o la direzione dell'esecuzione delle opere edili. Ciò include architetti, architetti tecnici, ingegneri e ingegneri tecnici. Pertanto, la procedura per ottenere un certificato energetico per il tuo appartamento turistico o casa vacanza prima di affittarlo (o venderlo) sarebbe quella di contattare un tecnico competente e adeguatamente qualificato per fornirti questo documento.

Una volta ottenuto, l'APE deve essere registrato presso l'organismo ufficiale della comunità autonoma in cui si trova l'immobile, affinché riceva lo status di certificato.

Per quanto tempo è valido un certificato di prestazione energetica in Spagna?

Ha una validità di 10 anni e, trascorso tale periodo, sarà cura del proprietario rinnovarlo o aggiornarlo secondo quanto stabilito dall'ente regionale competente.

Quanto costa un APE in Spagna?

Per quanto riguarda il prezzo di un attestato di prestazione energetica in Spagna, questo non è regolamentato dalla legge, ma si basa sulla domanda e sull'offerta ed è influenzato da fattori come le dimensioni dell'immobile o l'offerta di professionisti certificati. Secondo la calcolatrice di idealista, per un immobile di circa 90 mq il costo del certificato è di poco inferiore ai 100 euro, IVA esclusa. Tieni presente che in alcune zone della Spagna devono essere pagate anche delle tasse aggiuntive. Successivamente, il certificato deve essere registrato presso l'ente corrispondente, il che richiede in media dai 30 ai 60 giorni.

Articolo visto su
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista