Chi compra le case più costose in Spagna?

Quanti soldi investono gli stranieri che acquistano case in Spagna nel mercato immobiliare spagnolo? E quali nazionalità spendono di più in Spagna?

Acquirenti stranieri in Spagna
Compratori esteri in Spagna / Unsplash
5 luglio 2021, Redazione

Gli acquisti di case da parte degli stranieri in Spagna hanno registrato una riduzione del 26,3% nel 2020 rispetto al 2019, scendendo a 46.303, lontano dal massimo storico di 65.416 raggiunto nel 2018. Nello specifico, il calo rispetto al record di due anni prima raggiunge il 30%. Ma chi compra le case più costose in Spagna?

Un rapporto pubblicato da Agenti Immobiliari (API) e FIABCI Spagna afferma che il dato per il 2020 si avvicina ai livelli del 2014 ed è ben al di sopra degli anni della precedente crisi. Nonostante il calo annuo a doppia cifra, in termini relativi, gli acquisti di case da parte degli stranieri in Spagna hanno rappresentato l'11,32% del totale, in lieve riduzione di 1,13 punti percentuali rispetto all'anno precedente, mantenendo il trend discendente degli ultimi anni, dal picco del 13,25% nel 2016. «Nonostante questo calo, tenuto conto delle particolari circostanze della pandemia, queste rimangono cifre molto significative per la domanda estera», sottolinea lo studio.

Le comunità autonome con il maggior numero di acquisti di case da parte di stranieri nel 2020 sono state la Comunità Valenciana (13.493), l'Andalusia (9.443), la Catalogna (7.748) e, più in basso, le Isole Canarie (3.841), le Isole Baleari (3.146 ), la Comunità di Madrid (2.761) e Murcia (2.617), mentre il resto delle comunità rimane al di sotto dei 1.000 acquisti annuali. Tutte le comunità autonome della Spagna hanno registrato forti diminuzioni annuali, con tassi a doppia cifra in tutti i casi.

Gli stranieri che hanno acquistato più case in Spagna nel 2020 sono stati gli inglesi, che rappresentano il 13,05% del totale, seguiti da francesi (8,16%), tedeschi (7,75%), marocchini (6,74%), belgi (6,39%), rumeni (5,53%), italiani (5,08%), svedesi (4,63%), olandesi (3,32%) e cinesi (3,08%).

Continua la tendenza al rialzo dei prezzi

Secondo lo studio, il prezzo medio per l'acquisto di abitazioni da parte degli stranieri è stato di 1.791 euro al m2, con un incremento annuo del 3,6%, proseguendo il trend al rialzo degli anni precedenti.

Il prezzo medio speso per nazionalità è stato guidato da svedesi (5.322 euro al m2), tedeschi (4.668 euro) e norvegesi (4.662 euro). In termini di superficie degli appartamenti comprati, il 35,9% era maggiore di 100 mq, il 20,26% era compreso tra 80 e 100 mq, il 24,7% era compreso tra 60 e 80 mq, il 14,83% era compreso tra 40 e 60 mq e il 4,32% era inferiore a 40 mq.

Calo del 17,8% del numero di mutui accesi da stranieri

Inoltre, il numero di mutui accesi in Spagna da stranieri è stato di 19.177, con una diminuzione rispetto al 2019 del 17,8%, anno in cui è stato raggiunto il massimo storico (23.342 mutui).

Questo numero di mutui rappresenta il 5,63% del totale, dando luogo a una rappresentazione molto inferiore a quella raggiunta negli acquisti di case totali (11,32%), il che rende evidente la minore necessità di finanziamenti da parte degli stranieri per l'acquisto di case in Spagna.

Gli importi medi più elevati dei mutui per nazionalità corrispondono a tedeschi (245.775 euro), svedesi (229.907 euro), olandesi (191.015 euro), inglesi (190.644 euro), francesi (181.107 euro) e norvegesi (174.815 euro).

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista