IRPF 2019 Deduzione dell'imposta sul reddito per le case in affitto con riscatto in Spagna

Cosa c'è da sapere sulle dichiarazioni dei redditi spagnole se paghi un affitto con riscatto / Gtres
Cosa c'è da sapere sulle dichiarazioni dei redditi spagnole se paghi un affitto con riscatto / Gtres
30 aprile 2019, Redazione

Buone notizie per chiunque abbia una proprietà in affitto con riscatto in Spagna - la Corte Suprema Spagnola ha dichiarato in una recente sentenza che il denaro pagato per una casa in affitto con riscatto  è deducibile dall'IRPF nella dichiarazione fiscale per gli investimenti immobiliari.

Ciò significa che l'Alta Corte considera questo tipo di locazione come un tipo di costruzione della residenza permanente del contribuente, cioè il pagamento di denaro al promotore. Viene considerata come l'acquisto di una residenza principale, in modo che tu, come contribuente, possa beneficiare della detrazione per l'acquisto.
Basta essere sicuri di aver spuntato la casella giusta al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi in Spagna.

Anche se la deduzione statale per gli investimenti nella casa principale è stata abolita a partire dal 1° gennaio 2013, in alcune comunità autonome di Spagna ci sono ancora delle detrazioni applicabili agli importi che vengono pagati ogni anno per l'acquisto di una casa.

"Ricordiamoci che, con effetto fino al 1° gennaio 2013, l'articolo 55 del regolamento sull'imposta sul reddito delle persone fisiche ha associato l'acquisto di un'abitazione alla sua costruzione, quando il contribuente si fa carico delle spese derivanti dai lavori di costruzione o paga l'importo dovuto al committente. Questo a condizione che tali lavori siano stati completati entro quattro anni dall'inizio dell'investimento", dice José María Salcedo, partner dello studio legale Ático Jurídico.

La Corte Suprema conferma che l'intenzione dell'affittuario di acquistare la casa deve essere chiara, in questo caso quando viene pagata la rata mensile, si sta effettivamente pagando la futura casa.

Nel caso presentato alla Corte, il contribuente in questione aveva firmato un contratto con una cooperativa e si era assunto l'impegno di esercitare il diritto di acquisto dopo 10 anni di locazione della casa.

Durante questo periodo, ogni "socio" della cooperativa era corresponsabile della parte dell'ipoteca corrispondente all'immobile definitivamente trasferito. Il pagamento di questa ipoteca è stato effettuato attraverso l'affitto. Dal canto suo, la cooperativa era contrattualmente obbligata a non trasferire la proprietà a persone diverse dal collaboratore, a condizione che quest'ultimo si attenesse al pagamento dell'affitto. Ciò è conforme a un decreto approvato dalla Comunità di Madrid che ha articolato vari strumenti giuridici per l'acquisto di beni immobili in Spagna.

"Tutto ciò porta la Corte Suprema a concludere che l'attribuzione dell'abitazione affittata è stata fatta con l'intenzione di acquistarla come proprietà, cosicché gli importi pagati in affitto erano il pagamento anticipato per l'acquisto dell'immobile. A mio parere, questa sentenza ci apre la porta a considerare che, nel caso degli affitti, quando l'intenzione di acquistare l'immobile è indubbia, gli importi pagati devono essere considerati nell'ambito dell'opzione fiscale "acquisto dell'abitazione" ("adquisición de vivienda"). Questo vale anche prima che l'affittuario abbia esercitato il diritto di acquisto", dice Salcedo.

Che cosa devono fare i contribuenti in Spagna?

Salcedo afferma che, a livello nazionale, i contribuenti non potranno beneficiare di questa detrazione anche se hanno iniziato a pagare l'affitto di una casa di proprietà prima del 1° gennaio 2013.

Tuttavia, la sentenza della Corte Suprema apre la porta a varie Comunità Autonome ad applicare detrazioni regionali per gli investimenti in una residenza principale. "Sembra possibile considerare come denaro pagato per l'acquisto di un alloggio, non solo quello di un'operazione di acquisto diretto, ma anche quello pagato per tutta la durata del contratto di locazione", aggiunge l'avvocato.

Ad esempio, i contribuenti che hanno firmato un contratto di locazione nel 2015 e che prevedono di acquistare la proprietà nel 2020 possono considerare i pagamenti che stanno effettuando come pagamenti per l'acquisto. Potrebbero quindi applicare le detrazioni autonome che potrebbero corrispondere a loro nell'IRPF, in conformità con la normativa della Comunità Autonoma in cui vivono.

Se negli anni precedenti non è stata applicata alcuna detrazione regionale per mancanza di conoscenza di questa lacuna fiscale, potrebbe essere possibile richiedere la rettifica e il rimborso delle imposte degli ultimi quattro anni, sottolinea José María Salcedo.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista