Case vacanze in Spagna, fatture con o senza IVA?

Foto di Ralph (Ravi) Kayden su Unsplash
Foto di Ralph (Ravi) Kayden su Unsplash
21 settembre 2020, Larraín Nesbitt Abogados

Abbiamo qui una questione davvero controversa. Come regola generale infatti, le case vacanza in Spagna non fatturano con l'IVA.

Tuttavia, se offri uno dei servizi elencati di seguito, la tua casa per vacanze può essere considerata dall'ufficio delle imposte spagnolo allo stesso modo che l'offrire una sistemazione in albergo, caso per il quale è necessario aggiungere l'IVA:

  • Affitto a una società, che a sua volta subaffitta la proprietà, o ne è l'utente finale.
  • Servizio di portineria.
  • Cambio giornaliero delle lenzuola.
  • Cambio giornaliero degli asciugamani.
  • Pulizia giornaliera della proprietà / camera.
  • Servizio in camera (cibo e bevande), catering.
  • Bed & Breakfast.
  • Altri servizi extra come: consegna quotidiana giornali, lavanderia, servizio di deposito bagagli, prenotazione alloggio (prenotazione vacanze), parcheggio auto.
  • Altro.

Se fatturi ai tuoi ospiti con l'IVA, ciò ha un impatto sul margine di profitto della tua attività di locazione, aumentandone (notevolmente) i costi contabili (perchè in questo modo dovresti presentare due serie di dichiarazioni dei redditi trimestrali anzichè una sola). Il nostro consiglio è di non offrire nessuno dei servizi "alberghieri" sopra elencati per evitare di dover applicare l'IVA.  

In LNA possiamo aiutarti ad acquistare, vendere o affittare la tua proprietà in Spagna. Abbiamo 17 anni di esperienza nel settore dei traslochi e delle imposte.

Larraín Nesbitt Abogados, piccole tasse, grande servizio.

2020 © Raymundo Larraín Nesbitt. Tutti i diritti riservati.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista