Dichiarare l'imposta sul reddito per gli immobili in affitto in Spagna

Se affitti un immobile in Spagna, potresti avere diritto ad alcune detrazioni / Gtres
Se affitti un immobile in Spagna, potresti avere diritto ad alcune detrazioni / Gtres
29 aprile 2019, Redazione

L'Agenzia delle Entrate ha chiesto a migliaia di contribuenti una dichiarazione complementare nel 2017 quando ha rilevato che non avevano dichiarato il reddito degli immobili in affitto di cui sono proprietari. Per questo motivo, ti ricordiamo come dichiarare l'IRPF se affitti la tua casa a turisti o a inquilini di lunga durata.

Se non vuoi essere sorpreso da una lettera di Hacienda, ti consigliamo di dichiarare il reddito da affitti a lungo termine o per le vacanze.

Il caso di un affitto convenzionale

Nel caso di affitti a lungo termine, il proprietario può dedurre il 60% del reddito da locazione (ossia l'importo risultante dalla sottrazione dal reddito di spese deducibili quali imposte, forniture, manutenzione, ecc.) indipendentemente dall’età del suo inquilino.
Fino al 31 gennaio 2014, il locatore poteva dedurre fino al 100% delle spese se gli inquilini avevano meno di 30 anni.

Le spese deducibili comprendono le spese di elettricità, acqua, gas o forniture telefoniche, le spese di manutenzione e riparazione della casa (escluse ampliamento o migliorie) o gli interessi sui mutui per l'acquisto dell'abitazione.

Per l'inquilino, la deduzione dell'affitto è disponibile solo per i contratti firmati prima del 1° gennaio 2015. Per gli inquilini che soddisfano questo requisito, la deduzione applicabile è pari al 10,05% degli importi pagati, a condizione che la loro base imponibile sia inferiore a 24.107,20 euro. Inoltre, ci sono molte autonomie che offrono anche detrazioni legate all'affitto.

Il caso di un affitto vacanze

Come in un affitto a lungo termine, il proprietario può anche detrarre le spese di un'abitazione turistica. Come ricorda Rentalia, la piattaforma di case vacanze di idealista, è possibile dedurre i costi di elettricità, acqua, gas...., interessi e altre spese finanziarie derivanti dalla vendita della casa, i costi di riparazione e manutenzione dell'immobile... Queste deduzioni possono essere applicate solo durante il periodo in cui l'immobile viene affittato.

Tuttavia, in questo caso, i proprietari non possono applicare la riduzione del 60% sul reddito ottenuto.

Un altro dei dubbi più comuni dei proprietari di case vacanza è se devono o meno addebitare l'IVA ai loro viaggiatori. In questo senso, Rentalia ricorda che solo per l'affitto dell'immobile non è necessario addebitare l'IVA agli ospiti, ma chi offre servizi complementari come la lavanderia o la pulizia deve necessariamente farlo.

E se si tratta di una struttura alberghiera, dovrete soddisfare questi requisiti: emettere fattura per ogni soggiorno e applicare l'IVA del 10% sul prezzo del soggiorno.

Se hai intenzione di affittare la tua  proprietà ad una società, dovrai sapere che potrai pagare meno IRPF e non pagherai l'IVA.

In caso di dubbi, clicca sul sito di Hacienda per saperne di più.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista